Domande? 089-751487

ESAME DI STATO 2021

Criteri di valutazione esame di stato a.s. 2020/2021

(Delibera del Collegio dei docenti del 20/5/2021)

Per l’a.s. 2020/2021, l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione è disciplinato dall’OM n. 52/2021. 

Il primo atto da compiere in vista degli esami finali è la procedura per l’ammissione o non ammissione degli alunni all’esame conclusivo del primo ciclo di studi.

Rispetto alla non ammissione, essa è possibile quando 

• l’alunno ha superato il monte ore di assenze consentite e non ha diritto ad una deroga (poiché non rientra tra i casi deliberati dal Collegio dei Docenti o perché le numerose assenze hanno pregiudicato la possibilità di valutarlo); 

• le difficoltà sono in misura tale e collocate in ambiti da pregiudicare il percorso futuro o le autonomie nell’esercizio della cittadinanza;

• sono stati organizzati percorsi didattici personalizzati per migliorare gli apprendimenti senza esiti apprezzabili;

• si presume che la permanenza possa concretamente aiutare l’alunno a superare le difficoltà, senza innescare reazioni di opposizione e/o di comportamenti che possano nuocere al clima di classe, pregiudicando comunque il suo il percorso di apprendimento;

• l’alunno presenta carenze in una o più discipline tali che i docenti ritengono che la non ammissione dell’alunno in questione rappresenti per lui una possibilità di recupero.

Sarà cura del docente coordinatore della classe preavvertire la famiglia dell’alunno non ammesso.

L’ ammissione all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, in sede di scrutinio finale, è disposta anche nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline e avviene in presenza dei seguenti requisiti:

a. aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, te salve le eventuali motivate deroghe deliberate dal collegio dei docenti, anche con riferimento alle specifiche situazioni dovute all’emergenza epidemiologica;

b. non essere incorsi nella sanzione disciplinare della non ammissione all'Esame di Stato prevista dall'articolo 4. commi 6 e 9 bis. del DPR n. 249/1998.

Per il solo a.s. 2020/21, le prove nazionali INVALSI di Italiano, Matematica e Inglese non costituiscono requisito d’ammissione.

La valutazione per l’ammissione deve inoltre tenere conto:

• della maturazione personale dell’alunno anche in rapporto al vissuto personale

• dell’impegno dell’allievo, della puntualità nella predisposizione del materiale e nello svolgimento del lavoro domestico, nonché del metodo di studio

• della collaborazione, della partecipazione e della disponibilità al dialogo educativo durante le attività didattiche curriculari ed extracurriculari

• del senso di responsabilità, dell’assiduità e puntualità nella frequenza, del rispetto delle regole della vita di relazione

• della capacità di autovalutazione.

L’atto valutativo, nel valorizzare quanto l’allievo ha saputo esprimere nel percorso di studio, eviterà inoltre possibili appiattimenti che potrebbero penalizzare le eccellenze, riconoscendo i punti di forza nella preparazione dei candidati che già hanno una forte valenza orientativa. In sede di scrutinio finale, sulla base del percorso scolastico triennale effettuato da ciascun alunno e in conformità con i criteri e le modalità relativi all’attribuzione dei voti disciplinari secondo le griglie inserite nel PTOF, il consiglio di classe attribuisce, ai soli alunni ammessi all'Esame di Stato, un voto di ammissione espresso in decimi, senza utilizzare frazioni decimali. Il consiglio di classe, nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, può attribuire all'alunno un voto di ammissione anche inferiore a 6/10.

Poiché la determinazione del voto di ammissione agli esami di licenza non può basarsi esclusivamente su un mero calcolo matematico ma deve tener conto dei progressi di ogni alunno rispetto ai propri livelli di partenza, si stabilisce che il Consiglio di classe può decidere di attribuire un voto di ammissione superiore di un punto a quello risultante dalla media matematica a ogni alunno meritevole che si sia distinto nel triennio per:

a. aver superato situazioni di particolare svantaggio derivanti da una particolare condizione socio-culturale che avrebbero ostacolato la piena realizzazione delle risorse personali;

b. eccellere in qualche disciplina comprovato dal conseguimento di riconoscimenti, attestazioni di merito, premi in concorsi relativi ad attività scolastiche curriculari ed extracurriculari (artistiche, letterarie, linguistiche, musicali, sportive, ecc.);

c. aver riportato costantemente nel corso del triennio valutazioni eccellenti, soprattutto nel comportamento (competenze sociali e civiche);

d. aver dimostrato un alto grado di collaborazione nell’aiuto concreto e costante di compagni svantaggiati e/o diversamente abili.

Dopo lo scrutinio finale, per ciascun alunno viene redatto il certificato delle competenze acquisite.

PROVE D’ESAME

I Consigli di classe delle classi terze entro il 7 maggio 2021 assegnano a ciascun candidato una tematica da sviluppare in un elaborato, che deve essere consegnato entro il 7 giugno 2021 e che sarà oggetto e punto di partenza per il successivo colloquio d’esame.

L’elaborato consiste in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe; esso può essere realizzato nella forma che il candidato ritiene più adeguata:

·       testo scritto 

·       presentazione anche multimediale 

·       mappa o insieme di mappe 

·       filmato 

·       produzione artistica o tecnico-pratica 

·       produzione strumentale per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale.

L’elaborato deve coinvolgere una o più discipline tra quelle previste dal piano di studi (art. 3 comma 3 dell’OM 52/2021). I docenti saranno di supporto agli alunni nell’elaborazione del lavoro scelto.

La prova orale, condotta a partire dalla presentazione dell’elaborato, ha lo scopo di accertare il livello di padronanza degli obiettivi e dei traguardi di competenza particolarmente in relazione a:

a. lingua italiana o lingua nella quale si svolge l’insegnamento;

b. competenze logico matematiche;

c. competenze nelle lingue straniere. (art. 2 comma 5 dell’OM 52/2021)

ponendo particolare attenzione alla capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento organico e significativo tra le varie discipline di studio” (Art. 10 del DM 741/2017).

Il colloquio si svolgerà in presenza ma potrà tenersi a distanza, secondo quanto stabilito nell’art.9 dell’O.M.52/2021. Gli allievi delle sezioni a indirizzo musicale svolgeranno anche una prova pratica di strumento. La commissione, tenendo conto delle diverse situazioni individuali degli allievi, adotterà tutte le modalità necessarie affinché i candidati si sentano a proprio agio e il colloquio si svolga in modo sereno. 

Maggiore attenzione sarà riservata agli alunni per i quali è stato adottato un PEI o un PDP: per essi si potrà predisporre un percorso personalizzato sia per l’elaborato sia per il colloquio orale.

VALUTAZIONE DELL’ESAME

L’esame consiste nella presentazione dell’elaborato e nel colloquio interdisciplinare (con aggiunta dell’esecuzione di un brano musicale per gli/le allievi/e della sezione a indirizzo musicale). La commissione attribuirà un valore ad ognuno degli elementi sopra richiamati come da griglia di valutazione allegata; la media dei valori attribuiti, arrotondata all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5 costituirà la valutazione dell’esame. L’alunno consegue il diploma conclusivo del primo ciclo d’istruzione conseguendo una valutazione finale di almeno sei decimi.

VOTO FINALE

La valutazione finale espressa con votazione in decimi, derivante dalla media, arrotondata all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5, tra il voto di ammissione e la valutazione dell’esame è espressa dalla Commissione su proposta della sottocommissione. 

ATTRIBUZIONE DELLA LODE

La commissione d’esame può decidere di attribuire all’unanimità la lode ai candidati che, avendo ottenuto il dieci come voto finale, si siano distinti in relazione alle valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio e agli esiti della prova d’esame.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE

 

Criteri

Descrittori e livelli

Punti

VALUTAZIONE DELL’ELABORATO

ORIGINALITÀ DEI CONTENUTI

1. I contenuti sono stati affrontati con un approccio personale originale? 

… / 5

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

2. Le informazioni riportate mostrano un adeguato livello di rielaborazione?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

3. Sono stati selezionati e usati materiali di tipo diverso?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

COERENZA CON L’ARGOMENTO

4. Il lavoro risulta approfondito nelle sue parti?

… / 5

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

5. I collegamenti interdisciplinari mostrano una adeguata consistenza?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

6. Le fonti scelte sono appropriate per la tematica trattata?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

CHIAREZZA ESPOSITIVA

7. I contenuti sono organizzati e articolati in modo efficace?

… / 5

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

8. I testi sono grammaticalmente corretti e scorrevoli?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

VALUTAZIONE DEL COLLOQUIO

CAPACITÀ DI ARGOMENTAZIONE, 

DI RISOLUZIONE DI PROBLEMI, 

DI PENSIERO CRITICO E RIFLESSIVO

9. L’alunno/a ha mostrato una rielaborazione personale degli apprendimenti?

… / 3

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

10. L’alunno/a ha esplicitato in modo efficace e consapevole i punti chiave del suo elaborato?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

11. L’alunno/a ha saputo motivare con efficacia le scelte effettuate nel suo lavoro?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

COMPETENZE COMUNICATIVE

12. L’alunno/a ha presentato l’elaborato usando un lessico appropriato?

… / 2

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

13. L’alunno/a ha presentato l’elaborato in modo ordinato?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

14. L’alunno/a ha presentato l’elaborato con partecipazione e coinvolgimento?

 per nulla 

 poco 

 abbastanza 

 molto

 

 

PUNTEGGIO TOTALE

 

… /20

Tabella di conversione punteggio – voti

punti

≤ 8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

voto

4

5

6

7

8

9

10

 

PROTOCOLLO DI SICUREZZA

ANTICONTAGIO COVID-19 PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI CONCLUSIVI DI STATO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 2021

Premessa

L’Istituto Comprensivo Statale ad Indirizzo Musicale “N. Monterisi”, in relazione alle situazioni di pericolo venutesi a creare con la diffusione del COVID-19, in conformità alle recenti disposizioni legislative, in linea con quanto inserito nel “Integrazione Documento Valutazione dei Rischi- Rischio Covid 19” dell’Istituto, consultato il RSPP arch. Maria Barbara Luordo e il LS prof.ssa Rosanna Tisi, a seguito dell’emanazione del protocollo d’intesa tra Ministero dell’Istruzione e OOSS del settore scuola “Linee operative per garantire il regolare svolgimento degli esami conclusivi di Stato 2020/201” del 21/05/2021, adotta tutte le misure per il contrasto e il contenimento del contagio negli ambienti di lavoro e scolastici, disciplinando le misure di sicurezza che devono essere adottate dai propri dipendenti e semplici regole per l’utenza per lo svolgimento degli esami conclusivi del primo ciclo di Istruzione – Scuola Secondaria di I grado. Oltre alle seguenti misure di prevenzione collettive ed individuali messe in atto nel contesto scolastico, è necessaria anche una collaborazione attiva di studenti e famiglie, che dovranno continuare a mettere in pratica i comportamenti generali previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia, nel contesto di una responsabilità condivisa e collettiva, nella consapevolezza che la possibilità di contagio da SARS CoV-2 rappresenta un rischio tutt’ora presente.

MISURE DI SISTEMA, ORGANIZZATIVE E DI PREVENZIONE

 

MISURE DI SISTEMA

Ai sensi dell’articolo 2, comma 4, dell’Ordinanza Ministeriale n. 52 del 03 marzo 2021, in deroga alle prove di cui all’articolo 8, commi 4 e 5 del Dlgs 62/2017, gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, previo scrutinio di fine anno, sono ammessi all’Esame di Stato, che consisterà nella presentazione e nella discussione di un elaborato inerente una tematica assegnata dal Consiglio di classe (art. 2 §4 OM n. 52 del 03.03.21). La discussione dell’elaborato, si effettuerà in presenza, salvo diverse disposizioni sopraggiunte, pertanto le azioni di sistema messe in atto dalla scuola prevedono un calendario di convocazione scaglionato dei candidati.

MISURE ORGANIZZATIVE

E’ stato disposto che ciascun componente della commissione convocato per l’espletamento delle procedure per l’esame di stato dovrà dichiarare (modulo ALLEGATO 1):

  • l’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di avvio delle procedure d’esame e nei tre giorni precedenti;
  • di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Nel caso in cui per il componente della commissione sussista una delle condizioni soprariportate, lo stesso sarà sostituito secondo le norme generali vigenti; nel caso in cui la sintomatologia respiratoria o febbrile si manifesti successivamente al conferimento dell’incarico, il commissario non si presenterà per l’effettuazione dell’esame, comunicando tempestivamente la condizione al Presidente della commissione al fine di avviare le procedure di sostituzione nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale ovvero dalle norme generali vigenti.

 La convocazione dei candidati avverrà secondo un calendario e una scansione oraria predefinita, questo strumento organizzativo sarà utile al fine della sostenibilità e della prevenzione di assembramenti di persone in attesa fuori dei locali scolastici, consentendo la presenza per il tempo minimo necessario come specificamente indicato di seguito.

Il calendario di convocazione dovrà essere comunicato preventivamente sul sito della scuola e con mail al candidato tramite registro elettronico.

Il candidato potrà essere accompagnato da una sola persona.                                                                                               

All’atto della presentazione a scuola anche il candidato e l’eventuale accompagnatore dovranno produrre un’autodichiarazione (modulo ALLEGATO 1) attestante:

  • l’assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C nel giorno di

espletamento dell’esame e nei tre giorni precedenti;

  • di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Nel caso in cui per il candidato sussista una delle condizioni soprariportate, lo stesso non dovrà presentarsi per l’effettuazione dell’Esame, producendo tempestivamente la relativa certificazione medica, al fine di consentire alla commissione la programmazione di una sessione di recupero nelle forme previste dall’ordinanza ministeriale ovvero dalle norme generali vigenti.

ORGANIZZAZIONE DEI LOCALI SCOLASTICI E MISURE DI PREVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DELL’ESAME

Le classi interessate dagli esami conclusivi del primo ciclo di istruzione sono nove, per questo motivo si è ritenuto opportuno distribuire i colloqui in nove giorni, permettendo l’accesso alla scuola di una classe al giorno (a partire dalle ore 8.00) secondo gli orari scanditi per ciascun candidato. L’ambiente destinato ad ospitare gli esami è posto al primo piano dell’edificio, si tratta dell’aula numerata 101. La sua posizione, in adiacenza all’uscita posta sulla scala di emergenza esterna consente la separazione dei percorsi di ingresso e di uscita dalla scuola che saranno opportunamente segnalati, in modo da prevenire il rischio di interferenza tra i flussi in ingresso e in uscita. L’accesso all’Istituto avverrà dall’ingresso posto su Via Belisario Corenzio, opportuna segnaletica indicherà la direzione per fruire della scala che conduce al primo piano della scuola dalla quale, mediante il corridoio posto al lato destro del pianerottolo di smonto si giungerà all’aula di attesa contraddistinta dal n.102. Le sottocommissioni coordineranno le modalità di spostamento dall’aula di attesa a quella in cui saranno esaminati i candidati (aula 101). Al termine del colloquio il candidato sarà invitato ad uscire seguendo il percorso stabilito che è quello che dall’aula 101 conduce all’adiacente scala di emergenza esterna.

L’aula destinata allo svolgimento degli esami presenta aperture sufficienti a garantire un ricambio d’aria naturale regolare, tuttavia nel locale è presente un impianto di condizionamento che verrà attivato se necessario, nel rispetto di quanto indicato nel capitolo “misure generali per gli ambienti lavorativi” contenute nel “Rapporto ISS Covid-19 n.5/2020” relative a “Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2”.

Il layout arredi, l’assetto di banchi e di posti a sedere garantisce un distanziamento non inferiore a 2 metri tra i membri della commissione e tra candidato e commissario più vicino. Le stesse misure minime sono assicurate anche per l’eventuale accompagnatore e l’eventuale Dirigente tecnico in vigilanza.

Per l’intera permanenza all’interno della scuola sia i componenti della commissione che i candidati e gli eventuali accompagnatori dovranno indossare mascherina chirurgica (in allegato il Modulo consegna DPI ai commissari e ai collaboratori scolastici con le opportune informazioni di utilizzo), in ragione del parere del CTS espresso nel verbale n.10 del 21/04/2021, gli stessi dovranno inoltre osservare, per tutto il periodo di permanenza della scuola le regole di igienizzazione delle mani e di distanziamento. In prossimità dell’aula in cui si svolgeranno gli esami è prevista un’aula contraddistinta con il n.102 di attesa e un ambiente dedicato all’accoglienza e all’isolamento di eventuali soggetti (candidati, componenti della commissione, altro personale scolastico) che dovessero manifestare una sintomatologia respiratoria e/o febbre, che in planimetria è contraddistinta dal n.104.  In prossimità di detti locali, sono ubicati i servizi igienici dedicati .

Per quanto concerne le riunioni plenarie delle Commissioni di esame, valutata la disponibilità del locale palestra identificata in planimetria con P(2), considerata l’ampiezza della superficie disponibile che consente di rispettare il distanziamento previsto dalle normative vigenti, e l’aerazione data oltre che dalle finestre presenti anche dalle aperture che consentono l’accesso/uscita si è optato che esse avvengano in presenza.

INDICAZIONI PER I CANDIDATI CON DISABILITÀ

Per favorire lo svolgimento dell’esame agli studenti con disabilità certificata sarà consentita la presenza di un eventuale assistente (operatore, educatore….). In tal caso per le suddette figure, non essendo possibile garantire il distanziamento sociale dallo studente è previsto l’utilizzo di guanti oltre la mascherina.

Inoltre, per gli studenti con disabilità certificata, la commissione, tenuto conto delle specificità dell’alunno e del PEI, ha la facoltà, in accordo con la famiglia, di esonerare lo studente dall’effettuazione del colloquio in presenza, stabilendo la modalità in video conferenza come alternativa.

MISURE SPECIFICHE PER I LAVORATORI

In riferimento all’adozione di misure specifiche per i lavoratori nell’ottica del contenimento del contagio da SARS-CoV-2 e di tutela dei lavoratori “fragili” si rimanda a quanto indicato:

  1. nella normativa specifica in materia di salute e sicurezza sul lavoro ( D.Lgs. 81/08 e s.m.i.).
  2. nel Decreto Legge “Rilancia Italia” del 13 maggio 2020, art 88.

INDICAZIONI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

Delle misure di prevenzione e protezione di cui al presente documento il Dirigente Scolastico assicurerà adeguata comunicazione efficace alle famiglie, agli studenti, ai componenti la commissione, da realizzare on line (sito web scuola) e anche  mediante affissione ben visibile all’ingresso della scuola e nei principali ambienti di svolgimento dell’Esame di Stato entro 10 gg antecedenti l’inizio delle prove d’esame.

È importante sottolineare che le misure di prevenzione e protezione indicate contano sul senso di responsabilità di tutti nel rispetto delle misure igieniche e del distanziamento e sulla collaborazione attiva di studenti e famiglie nel continuare a mettere in pratica i comportamenti previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia.

MISURE DI PULIZIA E DI IGIENIZZAZIONE

La scuola, a mezzo dei Collaboratori scolastici, assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro, delle aree comuni e dei servizi igienici come da “Protocollo delle operazioni di pulizia sanificazione e gestione igienica dell' I.C. Monterisi a.s.2020.2021” per le misure anticontagio Covid-19.

Nella pulizia approfondita si porrà particolare attenzione alle superfici più toccate quali maniglie e barre delle porte, delle finestre, sedie e braccioli, tavoli/banchi/cattedre, interruttori della luce, corrimano, rubinetti dell’acqua, ecc.

Alle quotidiane operazioni di pulizia saranno assicurate dai collaboratori scolastici, al termine di ogni sessione di esame (mattutina/pomeridiana), misure specifiche di pulizia delle superfici e degli arredi/materiali scolastici utilizzati nell’espletamento della prova. Per questo motivo sono resi disponibili prodotti igienizzanti (dispenser di soluzione idroalcolica) per i candidati e il personale della scuola, in più punti dell’edificio scolastico e, in particolare, per l’accesso al locale destinato allo svolgimento della prova d’esame per permettere l’igiene frequente delle mani.

ALLEGATO 1

Autodichiarazione

 
LINEE OPERATIVE PER GARANTIRE IL REGOLARE SVOLGIMENTO DEGLI ESAMICONCLUSIVI DI STATO 2020/2021

Per informazioni telefona al 089-751487 o utilizza il modulo contatti